Grazie Presidente Draghi!

Spettabile dott. Draghi,
con pieno merito Lei ha ricevuto dalle più importanti personalità europee i ringraziamenti e le lodi per il suo operato alla guida della BCE.
Sia consentito anche a un semplice cittadino italiano ed europeo (ma come potremmo separare oggi le due cose senza far torto ad entrambe?), nonché studioso da molti anni delle realtà politiche, di aggiungere il suo modesto ringraziamento: la sua leadership è stata essenziale nei momenti più bui della crisi per indicare a tutti gli attori europei la strada della solidarietà necessaria per evitare che si aprisse una disastrosa e forse irreversibile faglia nella fragile ma non per questo meno essenziale costruzione europea.
Voglio esprimerle anche la mia grande ammirazione per il coraggio, la determinazione e lo sforzo di convinzione con i quali ha affrontato le difficoltà delle scelte e le opposizioni di chi faticava a sollevare lo sguardo dai pur legittimi interessi nazionali.
Infine vorrei ringraziarla per il linguaggio sempre serio, mai compiacente o ambiguo con il quale ha presentato e difeso la strada dell’interesse comune europeo come necessaria per salvaguardare tanto gli interessi delle singole nazioni che quelli della comune impresa sovranazionale. Seguire le sue mensili conferenze stampa nelle quali spiegava le scelte della BCE è stato sempre anche un piacere intellettuale.
L’Europa e l’Italia avranno ancora bisogno di Lei. Non ci dimentichi!

Grazie !

Maurizio Cotta